Questo sito contribuisce alla audience di

Filippine, battàglia delle-

scontri aeronavali, anfibi e terrestri sostenuti dai Giapponesi e dagli Statunitensi nella seconda guerra mondiale, tra l'8 dicembre 1941 e il 4 luglio 1945. Occupato l'intero arcipelago delle Filippine, dal dicembre 1941 al giugno 1942, i Giapponesi piegavano nell'aprile-maggio 1942 l'estrema resistenza statunitense a Bataan e Corregidor. Il 19-20 giugno 1944 si svolgeva una battaglia aeronavale tra le forze dell'ammiraglio Ozawa e la Task Force 58 dell'ammiraglio Mitscher, la cui vittoria consentì agli U.S.A. la completa conquista delle Marianne. Di qui gli Statunitensi riprendendo con decisione l'iniziativa, fra il 23 e il 26 ottobre 1944, con la seconda battaglia navale delle Filippine (battaglia di Leyte), nel corso di tre scontri (battaglie di Samar, Surigao e capo Engano) annientavano la potenza navale nipponica. Tra il dicembre 1944 e il luglio 1945 furono successivamente occupate dagli U.S.A. tutte le isole dell'arcipelago.

Media


Non sono presenti media correlati