Questo sito contribuisce alla audience di

Fine Gael

(Irlandesi Uniti), partito politico irlandese, fondato da W. Cosgrave nel 1932. Partito conservatore, governò dal 1948 al 1951 e dal 1954 al 1957, coalizzato con il Partito laburista e altri partiti minori. Tornò al potere con i laburisti dal 1973 al 1977 e poi dal 1981 al febbraio 1982. Nel novembre dello stesso anno il Fine Gael diede vita a un nuovo governo di coalizione con i socialisti. La nomina di Alan Dukes alla guida del partito, dopo la schiacciante sconfitta subita alle elezioni politiche del febbraio 1987, non sortì, però, lo sperato recupero. Al lieve aumento di seggi registrato nelle politiche del 1988, infatti, fece seguito un ulteriore ridimensionamento nelle elezioni del 1992 (10 seggi in meno) e nelle europee del 1994. La rottura della coalizione governativa portava però il leader del Fine Gael, John Bruton, a guidare un nuovo esecutivo e a definire un accordo quadro con la Gran Bretagna per l'avvio di negoziati multilaterali sull'Ulster. Intese che venivano perfezionate nel novembre 1995 e in seguito rese vane dal rifiuto dell'IRA di deporre le armi. Il diverso clima politico favorito dalla coalizione tra Fine Gael, laburisti ed ex comunisti (1994-97), contribuiva a riaprire il processo di pace e portava alla sottoscrizione a Belfast di un accordo per l'Irlanda del Nord che finalmente apriva concreti spiragli di pace. Nel 1997, nonostante un lusinghiero risultato elettorale, il Fine Gael perdeva la maggioranza e passava all'opposizione. Da allora dava vita a un nuovo programma politico, rivolto alla soluzione dei gravi problemi sociali del Paese. Alle politiche del 2002 ha ottenuto il peggior risultato dal 1948, mentre nel 2007 ha ottenuto un buon risultato, senza però riuscire a entrare nella coalizione di governo.

Media


Non sono presenti media correlati