Questo sito contribuisce alla audience di

Fiuggi

comune in provincia di Frosinone (32 km), 747 m s.m., 33,10 km², 8763 ab. (fiuggini), patrono: san Biagio (3 febbraio).

Centro sul versante meridionale dei monti Ernici. L'abitato originario sorse nel Medioevo su un colle, mentre Fiuggi Fonte nacque ai primi del Novecento nella valle sottostante, con complessi residenziali e stabilimenti termali per lo sfruttamento delle acque oligominerali e radioattive. L'uso delle fonti è documentato dal sec. XI, quando le acque venivano inviate per uso terapeutico in altri paesi. Papa Bonifacio VIII e Michelangelo trassero vantaggi dall'uso delle acque radioattive, indicate per la gotta e le malattie renali. Diretto possedimento della Santa Sede, che gli concesse privilegi, nel 1561 il paese fu dato in feudo ai Colonna. Fino al 1911 si chiamò Anticoli di Campagna.§ La città alta conserva la struttura del borgo medievale. Qui sorgono la collegiata di San Pietro, eretta nel sec. XVII incorporando la chiesa di Santa Lucia, e la chiesa di San Biagio, del sec. XII ma rifatta nel XVII, che custodisce opere del Cavalier d'Arpino, di G. B. Speranza e di scuola giottesca. In stile liberty sono diversi alberghi, come il Grand Hotel del 1910. Nei dintorni è un convento quattrocentesco costruito con materiali della villa romana di Nerva (sec. I d. C.).§ Lo sviluppo della località, caratterizzato da uno sfruttamento sistematico delle acque, ha alimentato l'industria dell'imbottigliamento e favorito il turismo termale, con ampia ricettività, numerose strutture ricreative, promozione di manifestazioni di grande importanza e di congressi nazionali e internazionali. Nei dintorni è diffusa un'agricoltura tradizionale.

Media

Fiuggi.