Fontaniva

comune in provincia di Padova (32 km), 44 m s.m., 20,62 km², 7460 ab. (fontanivesi), patrono: san Bertrando (1° marzo).

Centro del Cittadellese, situato alla sinistra del fiume Brenta. Di origine longobarda, è documentato con certezza dal 1064. Ebbe signori propri, che nel 1124 vi eressero un castello, distrutto dai padovani nel 1228. Nel 1337 il borgo fu incendiato dagli Scaligeri. Passò poi alla podesteria di Cittadella, seguendone le sorti. § La parrocchiale dei Santi Maria e Bertrando, fiancheggiata da un altissimo campanile, fu eretta negli anni 1643-51 e rimaneggiata nel 1747; conserva una Cena attribuita a Palma il Giovane. Risalgono al sec. XVI la Ca' Viero, con l'annesso oratorio secentesco di San Carlo, e la villa Borromeo, in località San Giorgio in Brenta. Agli inizi dell'Ottocento fu eretta la villa Cittadella-Vigodarzere, già Orsato; il grande parco è opera dell'architetto Giuseppe Jappelli. § L'agricoltura produce cereali e foraggi; è praticato l'allevamento bovino. L'industria è attiva nei settori metalmeccanico, conciario, alimentare, materiali da costruzione, del legno e dell'abbigliamento.