Questo sito contribuisce alla audience di

Fordicidia

festa romana, che andava dal 15 al 25 aprile e comprendeva il Natale di Roma (21 aprile). Il nome deriva da (boves) fordae, (vacche) pregne, le vittime sacrificali della giornata. Ogni curia celebrava il suo sacrificio e sul Campidoglio si sacrificava una vacca per tutta la comunità. Gli addetti al sacrificio strappavano il feto alla vacca uccisa, ne bruciavano le interiora e consegnavano le ceneri alla vestale massima, che le serbava fino al giorno dei Parilia (21 aprile) per una cerimonia lustrale. Il sacrificio era forse dedicato alla dea Tellus, la Terra.

Media


Non sono presenti media correlati