Questo sito contribuisce alla audience di

Fossò

comune in provincia di Venezia (31 km), 7 m s.m., 10,11 km², 5922 ab. (fossesi o fossolesi), patrono: san Bartolomeo (24 agosto).

Cittadina della Riviera del Brenta, situata alla sinistra del corso canalizzato del fiume. Citata per la prima volta nel 1025 dall'imperatore Corrado il Salico come acquisizione dell'abbazia di Sant'Ilario, nei sec. XII-XV fu soggetta a Padova, benché alcuni diritti giurisdizionali fossero appannaggio del casato dei Delesmanini, signori di Mirano. Nel 1380 fu contesa tra i Da Carrara e Venezia, che nel sec. XV ebbe la meglio e l'aggregò alla podesteria di Piove di Sacco. L'antica parrocchiale di San Bartolomeo è un edificio neoclassico del 1761; la nuova è stata edificata nel 1939 in forme neogotiche.§ L'agricoltura produce cereali, ortaggi, foraggi e frutta. Particolarmente attivo è il comparto calzaturiero; altre industrie operano nei settori edile, alimentare, meccanico, elettrotecnico, dell'abbigliamento, degli strumenti di precisione, della lavorazione delle materie plastiche, dei materiali lapidei e dei metalli.

Media


Non sono presenti media correlati