Questo sito contribuisce alla audience di

Fouquet o Foucquet, Nicolas

finanziere francese (Parigi 1615-Pinerolo 1680). Consigliere al Parlamento di Metz, poi intendente e procuratore generale al Parlamento di Parigi, fu nominato da Mazzarino sovrintendente generale delle finanze (1653-61). Grazie a questo incarico riuscì ad accumulare immense ricchezze che spese in fastose costruzioni, come il castello di Vaux-le-Vicomte, e facendo da mecenate ad artisti e letterati quali Le-Nôtre, Le Brun, Poussin, Molière, La Fontaine. Raccolse, inoltre, opere d'arte, stampe, medaglie, curiosità, conservate ora al Louvre, e costituì una biblioteca di 27.000 volumi. Alla morte di Mazzarino, per volere di Colbert venne processato e condannato per le sue numerose malversazioni (1664) e trascorsei il resto della sua vita prigioniero nella fortezza di Pinerolo.

Media


Non sono presenti media correlati