Questo sito contribuisce alla audience di

Fragnéto Monfòrte

comune in provincia di Benevento (17 km), 380 m s.m., 24,41 km², 1962 ab. (fragnetani), patrono: san Nicola di Bari (6 dicembre).

Centro dell'Appennino Sannita, posto nell'alto bacino del torrente Reventa, affluente del fiume Calore. Chiamato anticamente Farnitum, fu compreso nel Ducato di Benevento. Parte della Contea di Ariano (1113), fu preso e saccheggiato da Rolpotone di Sant'Eustachio e dal conte Rainulfo. Fu nuovamente distrutto nel 1138 a opera di re Ruggero, che lo divise in due feudi. Appartenne ai Frangipane nel periodo angioino e, nel 1350, al contado di Benevento. Durante la guerra di successione al trono di Napoli fu occupato sia dagli Aragonesi sia dagli Angioini; fu quindi ducato dei Montalto. Fu più volte colpito dai terremoti, l'ultimo dei quali fu quello nel 1980. § Il palazzo dei Montalto, di origine cinque-secentesca, conserva della struttura originaria solo il portale a grosse bugne. La parrocchiale neoclassica ha un campanile settecentesco con cuspide a piastrelle maiolicate. Vi ha sede il Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari. § L'agricoltura produce cereali, uva (vino sannio DOC), olive e frutta. È diffuso l'allevamento ovino e bovino. Discreto il turismo. § Agli inizi di ottobre vi ha luogo il Raduno internazionale delle mongolfiere, che richiama visitatori da tutta Europa.