Questo sito contribuisce alla audience di

Fregóso, Ottaviano

doge di Genova (Genova 1470-Ischia 1524). Si distinse come uomo d'arme nella difesa di Urbino contro Cesare Borgia (Giulio II lo nominò generale della Chiesa) e a Bologna si batté contro Giovanni Bentivoglio. Ancora al servizio del papa, partecipò alle guerre della Lega di Cambrai e della Lega Santa. Divenuto doge (1513) si accordò coi Francesi e divenne governatore della città. Nel 1522 Genova cadde nelle mani del marchese di Pescara e il F., imprigionato, fu inviato a Ischia. È uno dei personaggi ricordati nell'opera di Baldassarre Castiglione Il cortegiano.