Questo sito contribuisce alla audience di

Freinet, Célestin

educatore e pedagogista francese (Gars, Alpi Marittime, 1896-Vence 1966). Insegnante elementare, studiò e sperimentò nuovi metodi di insegnamento attivo, rivolti a portare nella scuola un nuovo spirito comunitario, attraverso l'applicazione alle attività scolastiche dei criteri del mondo del lavoro. I metodi didattici creati da Freinet sono: l'introduzione della tipografia nelle classi, con un giornale composto e stampato dai ragazzi; il “testo libero”, testo costituito da sensazioni, esperienze, descrizioni lette e discusse durante le lezioni; il disegno libero; la biblioteca di lavoro; la raccolta di materiale che sostituisce il libro di testo; la corrispondenza interscolastica, scambio di testi e lettere fra le varie classi; schedari di consultazione e autocorrettivi per l'insegnamento della lingua e della matematica. Le finalità precipue dell'educazione sono così il rispetto del processo psicologico e della capacità creativa dell'allievo e una sua vasta socializzazione. Il movimento fondato dall'educatore francese ha migliaia di aderenti, organizzati, sul piano internazionale, nella Coopérative de l'Enseignement Laïc. In Italia il Movimento di Cooperazione Educativa (MCE), sorto fra il 1950 e il 1951, ispirandosi a Freinet svolge fra gli insegnanti una consistente opera d'innovazione tecnico-metodologica e di sensibilizzazione politica nell'ambito di una prospettiva laica e marxista. Fra le opere di Freinet: L'éducation du travail (1947; L'educazione del lavoro), L'école moderne française (1948; La scuola moderna francese), Essai de psychologie sensible appliquée à l'éducation nouvelle populaire (1949; Saggi di psicologia applicata alla nuova educazione popolare), raccolta di saggi per la scuola materna ed elementare, Les Techniques Freinet de l'École moderne (1964; Le mie tecniche).

Bibliografia

A. Pettini, Le tecniche Freinet, Rimini, 1952; M. Mencarelli, Le tecniche Freinet, Firenze, 1956; G. Tamagnini, Didattica operativa. Le tecniche Freinet in Italia, Camerino, 1965; A. Pettini, Célestin Freinet e le sue tecniche, Firenze, 1968; G. Balduzzi, L'educazione del lavoro di Célestin Freinet, Napoli, 1983.

Media


Non sono presenti media correlati