Questo sito contribuisce alla audience di

Frugóni, Francésco Fùlvio

letterato italiano (Genova ca. 1620-Venezia dopo il 1684). Frate dell'ordine dei padri minimi di San Francesco di Paola, fece frequenti viaggi all'estero, affermandosi come oratore sacro e come letterato alla moda. Autore di melodrammi, di scritti religiosi, poeta, romanziere, è noto soprattutto per Il cane di Diogene (postumo, 1689), satira letteraria e di costume. Nell'opera, tipicamente barocca, convergono tutte le esperienze dell'autore, la sua vasta dottrina, gli intenti devoti, morali e pedagogici, il genuino gusto satirico e polemico, espressi con un virtuosismo linguistico dove gli artifici verbali sono spinti a un grado estremo di inventività lessicale e sintattica. Tra le altre opere, Ritratti critici (1669).