Questo sito contribuisce alla audience di

Frye, Herman Northrop

critico e teorico canadese della letteratura (Sherbrooke, Québec, 1912-Toronto 1991). Considerato uno dei grandi della critica letteraria anglosassone, studioso di Shakespeare, Frye si impose nel 1947 con Fearful Symmetry: A Study of William Blake (Agghiacciante simmetria: saggio su William Blake), seguito da Anatomy of Criticism (1957; Anatomia della critica), reputato il suo testo fondamentale, nel quale teorizza l'importanza del simbolo come motivo letterario e come segno critico. Nelle sue opere, da Fables of Identity (1963; Favole d'identità. Studi di mitologia poetica) a The Great Code: The Bible and Literature (1982; Il Grande Codice), Frye sostiene che dietro l'ideologia vi sia la mitologia, dietro l'idea il mito: compito del critico è proprio individuare e analizzare la sostanza mitologica dell'opera d'arte.

Media


Non sono presenti media correlati