Questo sito contribuisce alla audience di

Fubine

comune in provincia di Alessandria (17 km), 192 m s.m., 25,52 km², 1684 ab. (fubinesi), patrono: san Cristoforo (27 luglio).

Centro posto sulle colline del Basso Monferrato. Nel Medioevo fece parte del comitato di Asti. Soggetto dal 1224 al comune di Alessandria, ebbe statuti propri e autonomia comunale. Nel 1355 passò ai marchesi del Monferrato, dai quali fu infeudato a vari signori. § La parrocchiale dell'Assunta conserva una pregevole facciata in cotto del 1490, mentre la struttura e il campanile (alto 56 m) risalgono all'inizio dell'Ottocento. Il palazzo dei Bricherasio, castello duecentesco trasformato in residenza signorile, conserva nella cappella un monumento sepolcrale, opera dello scultore Leonardo Bistolfi. § Accanto all'agricoltura (uva, cereali, ortaggi, frutta e foraggi per l'allevamento) fioriscono attività industriali nei settori dell'illuminotecnica, della maglieria, dell'arredamento e degli imballaggi. È meta di turismo sportivo per la presenza di un importante campo di golf e di un centro ippico. § La sera del martedì grasso, dopo i falò, in piazza si recita la “Businà”, composizione satirica in dialetto con intermezzi musicali.