Questo sito contribuisce alla audience di

Fubini, Màrio

critico letterario italiano (Torino 1900-1977). Insegnò letteratura italiana nelle università di Palermo, Trieste, Milano e successivamente storia della critica letteraria all'Università di Pisa e fu condirettore del Giornale storico della letteratura italiana. Dopo avere esordito con studi di letteratura francese (Alfred de Vigny, 1922; Jean Racine, 1925), concentrò la propria ricerca sul Settecento (Dal Muratori al Baretti, 1946; Arcadia e Illuminismo, 1950; Dall'Arcadia al Parini, 1952) e sul Foscolo (Ugo Foscolo, 1928; Foscolo minore, 1949; Lettura della poesia foscoliana, 1954; Ugo Foscolo, 1962; Ortis e Didimo, 1963). Di notevole impegno sono anche gli studi su Alfieri (V. Alfieri, 1937), sul Rinascimento (Studi sulla letteratura del Rinascimento, 1947), su Vico (Stile e umanità di G. B. Vico, 1946), sul Romanticismo (Romanticismo italiano, 1953). Una così feconda operosità critica ha trovato il suo sostegno in una metodologia (Critica e poesia, 1956) che, assimilata la lezione crociana, l'ha arricchita con i contributi della critica stilistica. In Metrica e poesia (1962) ha indagato sul rapporto tra forma metrica e forma poetica. Tra i suoi ultimi lavori: Saggi e ricordi (1971) e l'edizione delle Opere di G. Leopardi(1977).