Questo sito contribuisce alla audience di

Fung

popolazione africana stanziata agli inizi del sec. XVI nei pressi dell'odierna Sennar (Sudan). Probabilmente si tratta di una popolazione autoctona convertitasi all'islamismo, non essendo state ritrovate sufficienti documentazioni che avvalorassero altre ipotesi, quali un'origine araba, etiopica, bornuana. Ai primi del sec. XVI già esisteva un forte regno, sotto la guida di una dinastia il cui fondatore fu ʽAmāra Dūncas (1503-1533). Dalla loro capitale, Sennar, i Fung mossero alla conquista di territori a nord, ovest e sud mentre verso est furono bloccati dagli Abissini, vittoriosi in uno scontro del 1618. Verso la fine del sec. XVII, in seguito agli attacchi dei capi Fung, iniziò la decadenza della dinastia e nel 1720 il sovrano fu deposto. Una linea collaterale si mantenne al potere fino al 1762 con due re, il secondo dei quali, Badi IV (1724-1762), respinse vittoriosamente un attacco abissino (1744) e conquistò definitivamente il Kordofan (1748). Nuovi contrasti tra il re e i capi Fung portarono al potere, col titolo di reggente, Muḥammad Abū Likaylik, che non apparteneva al clan dei nobili Fung e i cui discendenti, benché la dinastia non venisse soppressa, mantennero il potere effettivo e il titolo di reggenti. Il declino dei Fung favorì la riaffermazione degli autoctoni nubiani e dei loro capi, che controllarono il Paese sino all'arrivo, nel 1821, degli Egiziani.

Media


Non sono presenti media correlati