Questo sito contribuisce alla audience di

Fuoss, Raymond Matthew

chimico-fisico statunitense (Bellwood 1905-New Haven, Connecticut, 1978). Ha condotto ricerche fondamentali sulla struttura delle soluzioni elettrolitiche e sulla chimica-fisica dei polimeri. Laureatosi all'Università di Harvard nel 1925, collaborò con alcuni dei più importanti chimici a lui contemporanei, quali gli statunitensi K. Fajans, E. Lange, C. A. Kraus e P. Debye, e l'inglese R. H. Fowler. Dal 1935 al 1945 condusse interessanti ricerche sui polimeri nei laboratori della General Electric Company, passò quindi a insegnare alla New Haven University (Connecticut). Studiò il moto degli ioni nelle soluzioni di miscele di acqua e di solventi organici; analizzò sistematicamente miscele di differente viscosità e di differente costante dielettrica, che assimilò a un continuo con particelle cariche di quantità dielettrica eguale (ioni), provenienti da elettroliti mono-monovalenti e bi-bivalenti. Fuoss, considerando l'effetto idrodinamico e l'effetto di rilassamento sulla mobilità degli ioni, riuscì a dedurre e successivamente a verificare l'equazione della conducibilità elettrica equivalente di un elettrolita, come funzione della sua concentrazione, partendo dall'equazione limite di Onsager, valida per soluzioni elettrolitiche estremamente diluite. Poté così verificare la presenza in soluzione di coppie di ioni di segno contrario (ion pair), ipotizzata alcuni anni prima da Bjerrum. Non meno importanti i risultati ottenuti durante il periodo trascorso alla General Electric Company, quando studiò le dipendenze della costante dielettrica dei polimeri polari dalla struttura molare delle macromolecole. Questo tipo di ricerca ha chiarito il fenomeno di dispersione elettrica nei dielettrici in varie condizioni di lavoro.