Questo sito contribuisce alla audience di

Fyt, Jan

pittore fiammingo (Anversa 1611-1661). Allievo di F. Snyders, ne riprese il genere dipingendo nature morte con selvaggina di impianto meno spettacolare, ma assai suggestive per i colori stesi in raffinatissimi passaggi di luce. Divenuto membro della Gilda di S. Luca nel 1629, compì viaggi in Olanda, Francia e Italia, dove soggiornò soprattutto a Roma. Nel 1641 tornò ad Anversa, dove svolse intensa attività per numerosi collezionisti. La pittura dell'ultimo periodo è caratterizzata da un più accentuato contrasto chiaroscurale dovuto ad accostamenti diretti di colori sempre più freddi. Il suo capolavoro è considerato la Natura morta con un cane e un gatto, conservataalPrado.

Media


Non sono presenti media correlati