Questo sito contribuisce alla audience di

Gèta, Lùcio o Pùblio Settìmio

(Lucíus o Publíus Settimíus Geta). Imperatore romano (189-212 d. C.), figlio secondogenito di Settimio Severo, che nel 198 lo nominò Cesare e nel 209 lo associò nell'impero insieme al fratello Caracalla. Nel 211 Geta succedette al padre condividendo l'impero con Caracalla, ma questi, geloso del suo ascendente sull'esercito, e intendendo governare da solo, lo fece uccidere. § Sulla base delle monete e di una gemma della Biblioteca Nazionale di Parigi si sono identificati vari ritratti plastici di Geta sia adolescente imberbe (Museo di Monaco), sia giovinetto con la prima barba (Museo Capitolino), sia adulto, e quindi già associato all'impero, con la barba ricciuta (Museo Nazionale Romano). Da Caracalla si differenzia soprattutto per i capelli meno ricciuti e lo sguardo più mite.

Media


Non sono presenti media correlati