Questo sito contribuisce alla audience di

Gòrecki, Henryk Nikolaj

compositore polacco (Czernica, Rybnik, 1933). Dopo aver frequentato la scuola di Rybnik, ha studiato presso la Scuola Superiore di Musica di Katowice. Elementi fondamentali della sua musica sono l'attenzione sul tempo, sul dinamismo e sul timbro, un'impronta che si può rilevare già in uno dei suoi lavori giovanili, Zderzenia del 1960. Nel 1959 ottiene il I premio della Biennale dei Giovani di Parigi, ma il suo primo successo di risonanza internazionale arriva nel 1972 con la Sinfonia n.2, un lavoro di ispirazione mistica basato su un melodismo anticheggiante e sulla dilatazione temporale di alcuni frammenti. Nel 1973 gli viene assegnato il Premio dell'U.N.E.S.C.O. per l'opera Ad Matrem, composta due anni prima per soprano, coro misto e orchestra, e presenta la Sinfonia n.3 (Di canti dolorosi), per soprano e orchestra. Tra le altre opere si ricordano: Quartetti per archi n.1 e n.2 (1988 e 1990-91) e il Kleines Requiem für einem Polka (1993), per pianoforte e tredici strumenti, Sidus Polonorum (1998) e Lobgesang (2000) entrembi per coro e percusioni. Dal 1975 è direttore della Scuola Superiore di Musica di Katowice.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti