Questo sito contribuisce alla audience di

Gaffùrio o Gafòri, Franchino

teorico della musica e compositore italiano (Lodi 1451-Milano 1522). Sacerdote, dotato di vasta erudizione, fu al servizio di corti e chiese a Mantova, Napoli (1478-80), Bergamo e infine, quale maestro di cappella del Duomo, a Milano (dal 1484). Fu autore di 15 messe, 37 mottetti e numerosi pezzi sacri di varia natura, in una polifonia piana e agile, tipica della tradizione rinascimentale italiana. La sua importanza nella storia della musica sta soprattutto nell'opera di teorico, che espresse nella redazione dei trattati Theoricum opus musicae disciplinae (1480), De harmonia musicorum instrumentorum opus (1500) e soprattutto Practica musicae (1496, ristampato nel 1497 col titolo Musicae utriusque cantus practica), in cui per la prima volta la melodia viene associata direttamente all'armonia, individuando dunque il passaggio dalla concezione orizzontale (polifonica) della musica a quella verticale (armonica e accordale).