Questo sito contribuisce alla audience di

Galilèi, Alessandro

architetto italiano (Firenze 1691-Roma 1737). Dopo un soggiorno di sette anni in Inghilterra (1714-20), dove progettò numerose chiese e ville per lo più non realizzate, fece ritorno a Firenze. Qui fu nominato “primo architetto e sovrintendente alle regie fabbriche” da Cosimo III granduca di Toscana ed eseguì la galleria di palazzo Cerretani (1724) e la chiesa di S. Maria del Vivaio (1726). Nel 1730 fu chiamato a Roma da papa Clemente XII Corsini e in questa città realizzò la cappella Corsini in S. Giovanni in Laterano (1732-35), dalle raffinate decorazioni marmoree, la facciata di S. Giovanni in Laterano, scelta dal papa in un concorso a cui parteciparono anche il Fuga e il Vanvitelli (1733-36), la facciata di S. Giovanni dei Fiorentini (1734), opere in cui si palesano le sue equilibrate tendenze classiciste con precisi riferimenti al palladianesimo inglese.