Questo sito contribuisce alla audience di

Galla Placìdia

(latino Galla Placidía), principessa del tardo Impero romano (m. 450 d. C.). Figlia di Teodosio il Grande, sposò (414) Ataulfo, cognato di Alarico, che l'aveva presa in ostaggio. Dal successivo matrimonio (417) con Costanzo III le nacque il futuro imperatore Valentiniano III. Dopo la rottura con il fratello Onorio, che pure aveva concesso a lei e al marito il titolo di Augusti associandoli all'Impero, si trasferì a Bisanzio, da dove rientrò per reggere l'Impero d'Occidente durante la minorità di Valentiniano III. Galla Placidia si dimostrò ambiziosa e incline all'intrigo, sconvolgendo la corte di Ravenna e indebolendo le difese dell'Impero. A Ravenna le fu eretto il mausoleo, esempio di architettura bizantina, che porta il suo nome.