Questo sito contribuisce alla audience di

Genesis (musica)

formazione musicale britannica. Fondato nella metà degli anni Sessanta dal pianista e tastierista Tony Banks (East Hoathly 1950), il cantante e polistrumentista P. Gabriel (Chobham 1950), il chitarrista Anthony Phillips (Londra 1951) e il bassista Mike Rutherford (Guildford 1950 bassista), il gruppo è tra i più rappresentativi del genere rock progressivo, in particolare se si considerano i primi album, quali Trespass (1970); Nursery Cryme , (1971); Foxtrot (1972); Selling England By The Pound, (1973); The Lamb Lies Down On Broadway, (1974). La presenza scenica accentuata da ricchi travestimenti, il concetto “sinfonico” della propria musica e i testi poetici contribuiscono a rendere i Genesis formazione di culto degli anni Settanta. Nel 1975, quando Gabriel decide di intraprendere la carriera da solista, gli arrangiamenti e lo stile musicale del gruppo subiscono dei cambiamenti, allontanandolo sempre più dalle tipiche sonorità del rock progressivo. La leadership passa al batterista/cantante Phil Collins (1951), entrato nei Genesis nel 1970. Alla fine degli anni Settanta, il gruppo è composto da Collins, Banks e Rutherford, i quali realizzano album sempre più tendenti alla musica pop (And Then There Were Three, 1978; Duke, 1980; Abacab, 1981; Genesis, 1983; Invisible Touch, 1986). Nel 1996, Phil Collins dopo aver realizzato numerosi lavori come solista (tra cui Face value, 1981; No jacket required, 1985, But seriously, 1989; Both sides, 1993) abbandona definitivamente il gruppo. Banks e Rutherford realizzano con il vocalist Ray Wilson l'album Calling All Stations (1997), accolto freddamente da pubblico e critica.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti