Questo sito contribuisce alla audience di

Genina, Augusto

regista e sceneggiatore cinematografico italiano (Roma 1892-1957). Attivo per 40 anni, dotato di stile eclettico ed elegante, all'inizio della sua carriera realizzò film ispirati al dannunzianesimo e a temi crepuscolari (due edizioni di Addio giovinezza!, 1918 e 1927) e francesi (Prix de beauté, o Miss Europa, 1930, su trama elaborata da R. Clair). In seguito diresse opere ispirate al militarismo fascista (Squadrone bianco, 1936; L'assedio dell'Alcazar, 1940). Con Cielo sulla palude (1949), dominato da immagini sensuali, realizzò forse la sua opera migliore, impegnandosi in una sorta di misticismo che traeva spunti sia dal neorealismo sia dal cattolicesimo.

Media


Non sono presenti media correlati