Questo sito contribuisce alla audience di

Geróne I

tiranno di Siracusa (m. Catania 466 a. C.). Succedette al fratello Gelone nella signoria di Gela nel 485 e in quella di Siracusa nel 478. Continuando con energia e accortezza la politica di espansione del suo predecessore, a Leontini creò una colonia dorica chiamandola col nuovo nome di Etna. Nel 474 si alleò con i Cumani in guerra contro gli Etruschi, sui quali riportò una grande vittoria navale cantata da Pindaro; egli stesso la volle ricordare con un'iscrizione su un elmo dedicato a Olimpia. Nel 472 vinse gli Agrigentini guidati da Trasideo. Nella sua corte fastosa si circondò di filosofi e poeti. Pindaro e Bacchilide celebrarono i suoi successi ai giochi di Delfi e Olimpia.

Media


Non sono presenti media correlati