Questo sito contribuisce alla audience di

Gestapo

sigla, dal tedesco Ge(heime) Sta(ats) Po(lizei), con la quale si indicava la polizia segreta di Stato, uno degli strumenti più efficienti e temibili del potere hitleriano. Già operante in Prussia, sotto l'impulso di Goering, pochi mesi dopo l'ascesa al governo del Partito nazista (gennaio 1933), la Gestapo ebbe una parte rilevante nell'eliminare le SA di E. Röhm, allargando il suo campo d'azione a tutto il territorio germanico. Dal giugno del 1936 l'intera organizzazione poliziesca del Reich veniva unificata sotto la guida di Himmler e la Gestapo, inquadrata nella polizia di sicurezza con funzionari in abiti civili, trovava il suo capo in R. Heydrich. Fornita di ampia autonomia e di poteri pressoché illimitati, la Gestapo operò dentro e fuori i confini della Germania.

M. Steyer, I segreti della Gestapo, Roma, 1944; E. Cranshaw, Gestapo Instrument of Tyranny, Londra, 1956; A. Devoto, Bibliografia dell'oppressione nazista fino al 1962, Firenze, 1964; A. Speer, Memorie del Terzo Reich, Milano, 1971; A. Brissaud, F. Laroche, J. Mabire, Gestapo, La Spezia, 1989.