Questo sito contribuisce alla audience di

Gesualdo, Carlo, prìncipe di Venósa

compositore italiano (Napoli ca. 1560-1613). Fin da giovanissimo si dedicò alla musica con passione e impegno. Risposatosi nel 1594 con Eleonora d'Este, dopo l'uccisione della moglie Maria di Avalos, colta in flagrante adulterio (1590), si trasferì a Ferrara, entrando così in contatto con un ambiente culturalmente e musicalmente assai vivo (Luzzaschi, Tasso, Guarini e altri). Nel 1596 tornò a Napoli, dove proseguì la pubblicazione delle proprie opere iniziata a Ferrara. Oltre ad alcune composizioni sparse, ci sono pervenute di lui tre raccolte di musica sacra e sei libri di madrigali a cinque voci, pubblicati a Ferrara nel 1594-96 (I-IV) e nella stamperia del castello che il principe aveva a Gesualdo, a 80 miglia da Napoli, nel 1611 (V-VI). Gesualdo non diede alle stampe alcuna composizione monodica, anche se sicuramente ne scrisse.