Questo sito contribuisce alla audience di

Giaccóni, Riccardo

astrofisico italiano naturalizzato statunitense (Genova 1931). Laureatosi in fisica all'Università di Milano, dopo alcune esperienze come ricercatore nell'Indiana e a Princeton, nel 1959 si è definitivamente trasferito negli Stati Uniti per lavorare all'American Science and Engineering di Cambridge (Massachussetts), piccola società impegnata in indagini per la NASA e il Pentagono. Nel 1962, insieme al suo gruppo di lavoro, ha costruito un telescopio che ha consentito, per la prima volta, di osservare una sorgente di raggi X al di fuori del sistema solare. Proprio questo suo pionieristico contributo all'astrofisica, che è servito, tra l'altro, per raccogliere le prove dell'esistenza di buchi neri e stelle di neutroni, gli è valso il premio Nobel per la fisica 2002, vinto congiuntamente a R. Davis jr. e M. Koshiba. Giacconi, per lungo tempo professore all'Università di Harvard, dal 1981 al 1992 ha diretto lo Space Telescope Science Institute e, dal 1993 al 1999, lo European Southern Observatory (ESO).