Questo sito contribuisce alla audience di

Gillespie, John Birks “Dizzy”

trombettista, cantante, compositore e direttore d'orchestra jazz statunitense (Cheraw, North Carolina, 1917-New Jersey 1993); al secolo John Birks Gillespie. Emerso nel 1937 come acrobatico solista nell'orchestra di Teddy Hill, ha inventato uno stile di tromba di suprema arditezza tecnica, pieno di esplosioni squillanti, cascatelle e intricati ghirigori, in cui si esprime una personalità prepotente, al tempo stesso rigorosa e buffonesca. Caposcuola del be-bop, di cui fu teorico e codificatore, ha composto numerosi temi ormai classici (A Night in Tunisia, Blue'n'Boogie, Woody'n You, Groovin' High, Dizzy Atmosphere, Salt Peanuts). Ha diretto (1946-50) un'orchestra che ha lasciato alcune pagine di vulcanico virtuosismo (Things to Come, Cubano Be Cubano Bop). Cantante beffardo e antisentimentale, ha altresì aperto il jazz all'influsso della musica afrocubana. Dopo il 1950 ha inciso molto, ma impegnandosi di rado e rendendo la sua musica più scherzosa, lieve e allusiva. Gillespie ha tenuto concerti praticamente fino alla sua morte, anche se negli ultimi anni la sua musica era meno incisiva di quella che lo aveva reso celebre negli anni d'oro del be-bop. Il ricordo di quella stagione irripetibile era stato scherzosamente evocato anche nel titolo della sua autobiografia, To Be or Not to Bop (1979).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti