Questo sito contribuisce alla audience di

Ginguené, Pierre Louis

scrittore francese (Rennes 1748-Parigi 1816). Cultore di letteratura e di musica, collaboratore del Mercure de France, poeta comico (La confession de Zulmé, 1779), è apprezzato soprattutto per la sua conoscenza della letteratura italiana, che si concretò in una competente Histoire littéraire d'Italie (1811-19), completata da Francesco Salfi. All'avvento della Rivoluzione aveva ricoperto varie cariche politiche, diventando nel 1797 ministro plenipotenziario a Torino e più tardi membro del Tribunale, dal quale Bonaparte lo escluse nel 1802.

Media


Non sono presenti media correlati