Questo sito contribuisce alla audience di

Giono, Jean

scrittore francese (Manosque, Alta Provenza, 1895-1970). Impiegato di banca a Manosque, da cui non si mosse per tutta la vita, esordì nella narrativa con Colline (Collina; 1929), primo romanzo della trilogia di Présentation de Pan, che comprende Un de Baumugnes (Uno di Baumugnes; 1929) e Regain (1930; Rinascita), opere di intenso panteismo lirico che superano per ciò stesso i ristretti confini del regionalismo cui lo condannavano i personaggi e l'ambiente dell'Alta Provenza ivi descritti. I medesimi temi si trovano nei romanzi successivi: Le grand troupeau (1931; Il grande gregge), Le chant du monde (1934; Il canto del mondo), Les vraies richesses (1936; Le vere ricchezze), contemporaneamente all'elaborazione di teorie naturalistiche e pacifiste (Refus d'obéissance, 1937; Rifiuto d'obbedienza) che portarono Giono al rifiuto della guerra e all'incarcerazione nel 1945 sotto l'accusa di collaborazionismo con il governo di Vichy. Nel dopoguerra pubblicò una nuova serie di romanzi, chiamati “cronache” a sottolineare il loro carattere stendhaliano, tra cui emergono Le Hussard sur le toit (1951; L'ussaro sul tetto) e Le Moulin de Pologne (1952; Il mulino di Polonia), grandi affreschi storico-romanzeschi. Tra le altre opere: Angèle (1958; Angelo), Le désastre de Pavie (1963; Il disastro di Pavia), Le Déserteur et autres récits (1973; Il disertore) uscito postumo.

Bibliografia

J. Pugnet, Jean Giono, Parigi, 1955; F. Antonietto, Le mythe de la Provence dans les premiers romans de Jean Giono, Aix-en-Provence, 1962; P. de Boisdeffre, Giono, Parigi, 1965; M. Girard, Jean Giono méditerranéen, Aix-en-Provence, 1974; Y.-A. Favre, Giono ou l'art du récit, Parigi, 1978; Giono aujourd'hui: Actes du Coloque d'Aix-en-Provence, Aix-en-Provence, 1982.

Media


Non sono presenti media correlati