Questo sito contribuisce alla audience di

Giovanni d'Àustria, don-

ammiraglio e generale (Ratisbona 1545-Namur 1578). Figlio illegittimo dell'imperatore Carlo V, fu riconosciuto dal fratello Filippo II in ossequio alla volontà paterna. Educato in Spagna, ebbe da Filippo II vari incarichi importanti. Capitano generale della flotta del Mediterraneo, nel 1568 combatté contro i barbareschi. Scoppiata la rivolta dei Moriscos a Las Alpurias ebbe il comando delle operazioni di repressione: il buon esito delle operazioni in Andalusia gli procurò il comando della flotta degli alleati cristiani contro i Turchi, che sconfisse a Lepanto (7 ottobre 1571) conquistando poi Tunisi (1573) e Biserta. Visse a Napoli e a Genova, ma caduto in sospetto presso Filippo II, che ne temeva l'eccessiva popolarità, fu inviato nelle Fiandre in rivolta (1576). Qui combatté sotto la direzione di A. Farnese e morì di tifo a 33 anni, mentre il suo segretario Escobedo, inviato a Madrid a chiedere soccorsi urgenti, veniva misteriosamente assassinato.

Media


Non sono presenti media correlati