Questo sito contribuisce alla audience di

Giovanni di Baldùccio

scultore italiano (Pisa sec. XIV). Iniziò la sua attività nella bottega di Giovanni Pisano, collaborando al pulpito della cattedrale di Pisa. Il suo primo lavoro di un certo rilievo è il monumento tombale di Guarniero degli Antelminelli in S. Francesco a Sarzana, a cui seguirono notevoli opere a San Casciano in Val di Pesa (pulpito con Annunciazione e Santi nella chiesa della Misericordia, già S. Maria del Prato) e a Firenze (tomba Baroncelli in Santa Croce, ca. 1328). Nel 1335 fu chiamato a Milano dove realizzò fra l'altro, con numerosi aiuti, l'arca di San Pietro martire in S. Eustorgio; di sua mano sono le otto Virtù, caratterizzate da grande dolcezza ed eleganza di linee. La sua attività lasciò una profonda traccia nella scultura lombarda.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti