Questo sito contribuisce alla audience di

Gioviano, Flàvio Clàudio

(latino Flavíus Claudíus Ioviānus), imperatore romano (Singiduno, Mesia, ca. 331-Dadastana, in Bitinia, 364). Succeduto a Giuliano l'Apostata nel 363, concluse vergognosamente la guerra con i Persiani, firmando un trattato col quale abbandonava i territori intorno al Tigri e all'Eufrate. Di fede cristiana, restituì alla Chiesa i privilegi abrogati dal suo predecessore, del quale annullò i decreti a favore del paganesimotuttavia perseguì una politica di tolleranza verso tutte le religioni.

Media


Non sono presenti media correlati