Questo sito contribuisce alla audience di

Giovinazzo

comune in provincia di Bari (18 km), 7 m s.m., 43,68 km², 20.300 ab. (giovinazzesi), patrono: Madonna di Corsignano (25 agosto).

Centro situato sul litorale adriatico. Il borgo marinaro medievale è dominato dalla cattedrale. Iuvenis Netium, di origine peucetica, fu munito borgo in età imperiale e florido centro commerciale nell'alto Medioevo.§ Nella cinta muraria si apre l'antica porta (o arco di Traiano). La cattedrale (sec. XIII, alterata in età barocca) conserva un portale, l'abside e la cripta su colonne dell'originaria struttura romanica; all'interno sono l'icona bizantina della Madonna di Corsignano, un crocifisso ligneo del sec. XIV, una tavola del sec. XV e un monumentale organo barocco. Gotica (sec. XIV) è la chiesa dello Spirito Santo; la chiesa di San Domenico conserva una pala di Lorenzo Lotto. Il rinascimentale Palazzo Ducale è del 1657. § L'industria è attiva nei settori dei cavi elettrici, dell'abbigliamento, dell'edilizia e della lavorazione dei metalli e del legno. Alcune risorse provengono dalla pesca, dall'agricoltura (olive e ortaggi) e dal turismo balneare.§ Nei dintorni sono l'antica chiesa del Padre Eterno, con il lazzaretto (sec. XIII), e il dolmen di San Silvestro (II millennio a. C.)

Media


Non sono presenti media correlati