Questo sito contribuisce alla audience di

Giunti Editore S.p.A.

casa editrice che trae le sue origini dalla tipografia avviata nel 1497 da F. Giunta (o Giunti) e rimasta attiva fino alla metà del sec. XVII. Ricomparsa nel 1840, ha dato successivamente vita a un forte gruppo editoriale, prima con Marzocco (1966-89; dal 1990 il nome Giunti Marzocco è riservato alla sola produzione scolastica), poi con Barbera (1967-89; nel 1990 rimane solo il nome Giunti), quindi con Martello (1973-85, confluita l'anno dopo in Giunti Barbera). Questa continua aggregazione di case editrici, unitamente all'avvio di nuove iniziative (Edizioni Primavera, Giunti e Lisciani, Giunti Multimedia ecc.) ha avuto come risultato una produzione assai ampia sia per tematiche (dall'arte alla scienza, dalla letteratura alla manualistica ecc.) sia per tipologie (libri, fascicoli, periodici ecc.). Tra questi ultimi, sono i periodici quelli che, dal 1986, hanno avuto il maggiore impulso, grazie alla nascita, accanto alla storica Psicologia Contemporanea, di nuove testate (Arte Dossier e Archeologia Viva). Proprietaria di una catena di librerie (più di 80) sparse su tutto il territorio nazionale, la Giunti Editore S.p.A. è inoltre particolarmente attiva anche sul piano industriale (Giunti Industrie Grafiche).