Questo sito contribuisce alla audience di

Givolétto

comune in provincia di Torino (22 km), 398 m s.m., 12,78 km², 2188 ab. (givolettesi), patrono: san Secondo (26 agosto).

Centro situato ai piedi dei rilievi che separano gli sbocchi delle valli di Susa e di Lanzo, sul torrente Vaccaro. Già possesso del monastero di Breme e poi compreso nella viscontea di Baratonia, nel 1333 fu acquistato dai Canalis di Cumiana che lo tennero fino al sec. XVIII, quando passò agli Scaravelli di Monterotondo.§ Base dell'economia è l'industria, attiva nei settori meccanico, chimico, alimentare, della plastica, del legno e dell'abbigliamento. L'agricoltura produce cereali e foraggi.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti