Questo sito contribuisce alla audience di

Godoy y Álvarez de Faria, Manuel, prìncipe de la Paz y de Basano

uomo politico spagnolo (Badajoz 1767-Parigi 1851). Semplice cadetto delle guardie reali nel 1784, fece fulminea carriera per i favori della regina Maria Luisa, moglie di Carlo IV. Divenuto duca, generale e nel 1792 primo ministro, si trovò a reggere la Spagna in circostanze drammatiche, molto più grandi delle sue limitate capacità. Sconfitta dalla Repubblica francese (Pace di Basilea, 1795, in seguito alla quale Godoy fu creato “principe della Pace”), la Spagna, come alleata dell'ex nemica, riportò altre sconfitte contro gli Inglesi (Cabo San Vicente 1797; Trafalgar, 1805) e solo un'irrisoria vittoria sul Portogallo (e Godoy diventò “generalissimo”). Godoy dovette accettare l'entrata in Spagna di un esercito francese, ma a questo punto l'indignazione di molti Spagnoli contro di lui scoppiò nella famosa sommossa del 2 maggio 1808, in cui egli venne quasi linciato (fu salvato a stento dai soldati di Murat). Visse poi esule in Italia, con Carlo IV e Maria Luisa, e nella Francia della Restaurazione, fino alla morte.