Questo sito contribuisce alla audience di

Golia, Pavel

poeta sloveno (Trebnje 1887-1959). Occupò cariche direttive in vari teatri iugoslavi fino a quella di direttore del Teatro nazionale sloveno di Lubiana. Nota dominante della sua poesia è un senso di desolata amarezza e di profonda sfiducia nell'umanità, che però non gli impedisce di manifestare la sua fede nella forza innovatrice della rivoluzione. Tra le raccolte di versi: Campo di battaglia (1915), Canti sulle donne dalle chiome d'oro (1921), Canti (1936), Canti scelti (1951).

Media


Non sono presenti media correlati