Questo sito contribuisce alla audience di

Golosov, Ilja Aleksandrovič

architetto sovietico (Mosca 1883-1945). Figura di primo piano nell'ambito dell'architettura sovietica, nel 1918 prese parte agli studi di pianificazione urbanistica per la città di Mosca e successivamente svolse un'intensa attività didattica. Tra il 1925 e il 1932 fece parte della S.A.S.S. (Sezione Architetti delle Costruzioni Socialiste) e con N. A. Ladovskij diede un notevole contributo all'evoluzione dell'architettura del costruttivismo. Dopo il 1932 si adeguò, come la maggior parte degli altri architetti sovietici, alla svolta staliniana. A Mosca realizzò fra l'altro il centro commerciale (1926), il centro sociale per i lavoratori comunali (1929), una casa d'abitazione in Pokrovskij Bulvar (1936), il quartiere d'abitazione annesso all'officina automobilistica Stalin (1937), la sede della scuola sindacale superiore (1938). Operò inoltre ad Harkov, Stalingrado (odierna Caricyn) e Gorki (oggi Nižni-Novgorod).

Media


Non sono presenti media correlati