Questo sito contribuisce alla audience di

Gomes Leal, António Duarte de-

poeta portoghese (Lisbona 1848-1921). Figlio illegittimo, non seguì studi regolari e visse miseramente di collaborazioni giornalistiche. Le sue prime poesie riflettono un'appassionata partecipazione alla lotta radicale e repubblicana (O tributo de sangue, A Canalha, 1873) cui Gomes imprime tendenze socialiste. Nelle Claridades do sul (1875; Luci del sud) spunta già la sua vena di lirismo simbolico, ma la produzione impegnata continua a lungo, con opere come A fome de Camões (1880) e il vasto poema O Anticristo (1886), d'ispirazione positivistica. Questa filosofia assume toni di buio pessimismo in Fim do mundo (1900) e si va metamorfosando lentamente in spiritualismo: A mulher de luto (1902) è una storia di rapporti con l'aldilà. La più matura lirica di Senhora de Melancolia (1910) rivela una profonda nostalgia della fede cristiana. I suoi ultimi anni furono segnati da una fervida religiosità e da un totale degrado fisico e morale. Ai posteri si deve la riabilitazione di Gomes come poeta della nevrosi contemporanea, espressa in un frammentario ma geniale cosmo di immagini.

Media


Non sono presenti media correlati