Questo sito contribuisce alla audience di

Gorčakov, Aleksandr Michailovič

principe e uomo di Stato russo (? 1798-Baden-Baden 1883). Ambasciatore a Vienna nel 1854, si impegnò per impedire l'adesione austriaca all'alleanza anglo-franco-turca durante la guerra in Crimea. Dopo il Congresso di Parigi, sostituì Nesselrode come ministro degli Esteri (fine 1856). Dapprima fedele all'amicizia con la Francia, preferì poi cercare nella Prussia, pur non simpatizzando con Bismarck, un appoggio all'aspirazione russa di riprendere la libertà di azione nel Mar Nero. Al Congresso di Londra (1871) riuscì a far prevalere la sua posizione ottenendo per la flotta russa la libera navigazione nel Mar Nero. Nel 1873, con le convenzioni russo-tedesca e austro-russa, colse un altro successo, ma dopo la guerra russo-turca i risultati sfavorevoli ottenuti al Congresso di Berlino minarono il prestigio di Gorčakov che nel 1882 si dimise.

Media


Non sono presenti media correlati