Questo sito contribuisce alla audience di

Goslar

città nel Land della Bassa Sassonia (Germania), 320 m s.m., 43.727 ab. (stima 2003).

Situata sul versante settentrionale dell'Harz. Nel 1992 il suo centro storico e il complesso minerario di Rammelsberg sono stati inclusi nel Patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO. § Fondata nel 922, si arricchì grazie allo sfruttamento delle miniere di argento e piombo di Rammelsberg. Fu città libera imperiale fino dal sec. XIII e venne fortificata nella prima metà del sec. XVI. È stata tra le poche città tedesche a essere risparmiata dai devastanti bombardamenti della seconda guerra mondiale. § Il Kaiserpfalz (palazzo imperiale), eretto nel sec. XI e completamente restaurato nell'Ottocento, è il più insigne esempio di architettura profana del periodo dei Sali; all'interno si trova la Reichssaal (Aula Regia), lunga 47 m e larga 16, che è la più grande sala imperiale della Germania. Dei numerosi monumenti dell'architettura religiosa romanica della città restano la chiesa del monastero benedettino di Neuwerk (sec. XII), la chiesa sul Frankenberg (1108), la Jacobikirche (sec. XII, con rifacimenti tardogotici del sec. XV), la Marktkirche e la Domvorhalle (sec. XI), unica parte superstite dell'antica cattedrale distrutta nel sec. XIX. Assai ricche anche le testimonianze dell'architettura civile, come la cinquecentesca Breites Tor, porta-fortezza circondata da torrioni, e la Brusttuch, casa a graticcio del 1521, con decorazioni. Caratteristica è la Marktplatz (piazza del Mercato), con la Marktbrunnen, una fontana bronzea del sec. XIII, case delle antiche corporazioni (sec. XVI), la già citata Marktkirche, il Kaiserworth (1494) e la Rathaus, palazzo municipale (sec. XV-XVII), che conserva interessanti affreschi e il bellissimo Evangeliario di , miniato nel sec. XIII. Nel Museo Goslaer sono raccolti arredi religiosi, reperti archeologici, armi, mobili e costumi. Il Museo d'Arte Moderna (Museum für Moderne Kunst) espone le opere di vincitori del locale premio internazionale d'arte (H. Moore, M. Ernst, Christo, A. Kiefer), mentre il Rammelsberger Bergbaumuseum comprende le infrastrutture e le gallerie sotterranee delle miniere di argento e piombo, sfruttate ininterrottamente per dieci secoli anni sino al 1988. § L'industria è attiva soprattutto nei settori alimentare, dell'abbigliamento, del vetro, metallurgico. Nel terziario, molto sviluppato è il settore turistico.

Media


Non sono presenti media correlati