Questo sito contribuisce alla audience di

Gozzano

comune in provincia di Novara (37 km), 367 m s.m., 12,54 km², 5982 ab. (gozzanesi), patrono: san Giuliano (7 gennaio).

Cittadina posta nell'anfiteatro morenico a S del lago d'Orta. Il nucleo più antico si raccoglie ai piedi del complesso monumentale del “Castello”; i quartieri più recenti si estendono oltre la linea ferroviaria che collega Novara a Domodossola. Abitata in epoca romana, fu evangelizzata nel sec. IV dai fratelli san Giulio e san Giuliano. Assieme alla Riviera d'Orta e all'isola di San Giulio appartenne ai vescovi di Novara; agli abitanti della Riviera Inferiore, di cui Gozzano fu capoluogo, venne concesso di associarsi in comunità e di inviare al consiglio generale, con sede a Orta San Giulio, i propri deputati. § Domina il paese il complesso detto “Castello”, costituito dalla parrocchiale di San Giuliano (costruita nel sec. XVIII su un edificio romanico di cui rimane il campanile), dal Palazzo Vescovile (sec. XIII, ripetutamente rimaneggiato) e da altri edifici cinque-secenteschi. La chiesa di San Lorenzo, rifatta in età barocca, conserva l'abside semicircolare romanica. Un altare ligneo del Seicento è nella chiesa di Santa Marta, mentre tavole secentesche sono nella chiesa dell'Assunta. Sulla sponda occidentale del lago sorge la chiesa della Natività di Maria: restaurata, conserva l'abside romanica e affreschi dei sec. XV-XVI. § È rilevante il turismo: la località Buccione è frequentata meta di villeggiatura estiva. L'industria opera nei comparti tessile (lana e fibre artificiali), chimico, meccanico (rubinetterie) e conciario; attività manifatturiere sono presenti nei comparti edile e della lavorazione della gomma. Si pratica l'allevamento bovino ed equino.