Questo sito contribuisce alla audience di

Grana

comune in provincia di Asti (17 km), 289 m s.m., 6,03 km², 611 ab. (granesi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro del Basso Monferrato allungato su un colle alla destra del torrente Grana. Già fortificato nel sec. X, fu compreso nel comitato del Monferrato e in seguito divenne possesso del vescovo di Asti. Fu feudo di diversi signori tra cui gli Sforza (1431), i Gonzaga e i Del Carretto (1652). Del castello medievale rimangono alcune mura; la parrocchiale dell'Assunta, costruzione del tardo Settecento dovuta all'architetto Pastra di Asti, custodisce due tele del Moncalvo. § Rilevanti per l'economia sono l'agricoltura (cereali, ortaggi, frutta, foraggi) e l'allevamento (bovini da latte e da carne). La zona è luogo di raccolta di pregiati tartufi bianchi, i cosiddetti “diamanti del Monferrato”. L'industria opera nei settori edile e meccanico.