Questo sito contribuisce alla audience di

Graziani, Augusto

economista italiano (Modena 1865-Firenze 1944). Insegnò a Siena e a Napoli. Fra i massimi rappresentanti in Italia delle teorie marginalistiche, rimase però ancorato ai principi della scuola classica. Nella sua analisi del valore si richiamò sia al costo di produzione sia all'utilità marginale. Profondi e acuti i suoi saggi storici sulle dottrine economiche: Storia critica della teoria del valore in Italia (1889), La teoria del salario nella storia delle dottrine e dei fatti economici (1901), Istituzioni di economia politica (1904), Economisti del Cinque e Seicento (1913), Storia delle dottrine economiche (postumo, 1949).