Questo sito contribuisce alla audience di

Greene, Robert

scrittore e autore drammatico inglese (Norwich ca. 1560-Londra 1592). Tipico poligrafo elisabettiano, fu nella sua vita breve, dissoluta e inquieta, autore prolifico di romanzi e novelle (ca. 40) e di copioni teatrali. Come prosatore imitò di volta in volta Sidney e Lyly (Mamillia, 1583; Pandosto, 1588; Menaphon, 1589, ecc.) prima di approdare alla satira (A Quip for an Upstart Courtier, 1592, Sarcasmo per un cortigiano rifatto) e alle più genuine operette realistiche sulla malavita di Londra come i Conny-Catching Pamphlets (1591-92; Libelli gabbavillani) o autobiografiche come A Groatsworth of Wit Bought with a Million of Repentance (1592; Un centesimo di saggezza comprato con un milione di pentimenti). Come drammaturgo, oltre che opere di imitazione (Orlando furioso, ca. 1588), scrisse due piacevoli commedie romanzesche: Frier Bacon and Frier Bungay (1589; Fra' Bacone e Fra' Bungay) e James IV (1591).