Questo sito contribuisce alla audience di

Grigorovič, Jurij Nikolaevič

ballerino e coreografo russo (Leningrado, oggi San Pietroburgo, 1927). Danzatore di carattere di rara forza interpretativa, formatosi alla Scuola Coreografica di Leningrado, dopo una breve carriera come ballerino nella compagnia del Teatro Kirov debuttò come autore nel 1947 con la coreografia Piccola cicogna, su musica di Klebanov. Con Il fiore di pietra, su musica di Prokofev, colse il primo, grande successo (1957). L'eco fu tale che la direzione del Bolšoj Teatr di Mosca lo volle per una ripresa del balletto nella capitale (1959). In seguito al nuovo successo della Leggenda dell'amore (1961) assunse la direzione della compagnia del Kirov (1962). Due anni dopo fu chiamato come direttore e primo coreografo al Bolšoj. Fra i suoi balletti più celebri sono da ricordare Spartacus (1968), su musiche di Chačaturjan; Ivan il terribile (1975), su musiche di Prokofev; Angara (1976), su musiche di Andrei Eshpai; e molte importanti riprese di classici della tradizione (La bella addormentata, 1965 e 1973); Schiaccianoci, 1966; Il lago dei cigni, 1969; Raymonda, 1984; e di titoli celebri e amati del repertorio sovietico (Romeo e Giulietta, 1979; L'età dell'oro, 1982). Nel 1994 ha creato lo Jurij Grigorovič Ballet, composto di elementi giovanissimi provenienti dalle migliori scuole della Russia, e l'anno successivo ha abbandonato la direzione del Bolšoj per dedicarsi interamente alla sua nuova compagnia..