Questo sito contribuisce alla audience di

Groos, Karl

filosofo e psicologo tedesco (Heidelberg 1861-Tubinga 1946). Insegnò nelle università di Giessen, Basilea e Tubinga; si occupò di problemi estetici e psicologici e condusse studi approfonditi sul gioco infantile, considerato dal punto di vista della psicologia comparata. Groos considera il gioco come “esercizio preparatorio” alla vita, sostenendo che quanto più elevato è il rango a cui l'animale appartiene nella scala zoologica, tanto più lungo deve essere questo esercizio di apprendimento. Fra le sue opere: Philosophie der Gegenwart in Selbstdarstellungen (1921; Filosofia della presenza nelle raffigurazioni di sé), Das Spiel (1922; Il gioco).