Questo sito contribuisce alla audience di

Gualtièri Sicaminò

comune in provincia di Messina (41 km), 80 m s.m., 14,36 km², 2018 ab. (gualtieresi), patrono: san Nicola di Bari (6 dicembre e ultima domenica di agosto).

Centro situato nella valle del torrente Muto, ai piedi del versante settentrionale dei monti Peloritani. Nel 1212 fu concesso in feudo da Federico II di Svevia a Gualtiero Marino (da cui il nome del borgo), alla cui famiglia rimase fino alla metà del sec. XVII, quando passò ai Graffeo. La chiesa madre di San Nicola, restaurata, è ha tre navate e custodisce una statua di Santa Caterina d’Alessandria del sec. XVIII e un crocifisso ligneo del sec. XVI. § L'economia si basa sull'agricoltura (agrumi, olive e uva da vino) e sull'allevamento (bovini, ovini e caprini).